Cucinoterapia, risotto con mele e melissa

 

Al giorno d’oggi la parola d’ordine più utilizzata quando si parla di alimentazione è bio:dagli ortaggi coltivati senza agenti chimici agli allevamenti a terra, passando per la riscoperta delle piante officinali e aromatiche come preziosi alleati per la salute, le esigenze del consumatore moderno si rivolgono soprattutto alla riscoperta della natura come fonte inesauribile di benessere.

 

Proprio per questo la cucinoterapia, ossia la cura di disturbi dell’organismo di vario genere attraverso un’alimentazione ricca di piante medicinali, è divenuta una pratica molto diffusa e utilizzata.

 

Sul web è possibile consultare gratuitamente moltissimi portali specializzati, che illustrano le proprietà benefiche dei vegetali utilizzati da secoli nel campo delle scienze erboristiche, proponendo inoltre varie possibilità di utilizzo delle erbe officinali in cucina.

 

Alcune di queste come il basilico, il rosmarino e la salvia sono già ampiamente presenti nella cucina mediterranea (soprattutto in quella italiana), ma il rinnovato interesse per questo approccio naturalistico all’alimentazione stimola sempre di più la curiosità degli utenti, a caccia di ricette gustose e originali ma nello stesso tempo “curative”.

 

Risotto con mele e melissa, proprietà benefiche e ingredienti

 

Un esempio di pietanza a base di erbe officinali è l’ottima ricetta del risotto con mele e melissa.

La melissa è una pianta profumatissima e dal gradevole sapore di limone, usata storicamente nella fitoterapia per curare stati di ansia e stress, ma anche per lenire stati infiammatori di vario genere.

Svolge inoltre un’efficace funzione antispasmodica e carminativa, ed è pertanto consigliata nel trattamento di disturbi della digestione, dolori mestruali, colite, nausea e crampi addominali.

La ricetta di questo risotto è molto semplice e di facile realizzazione, ma nello stesso tempo ha un gusto raffinato e originale.

 

Gli ingredienti necessari per tre persone sono i seguenti:

  • 300 grammi di riso carnaroli (o della qualità che si preferisce),
  • 4 cucchiai da tavola di olio extravergine d’oliva,
  • 2 cipolle piccole fresche comprensive di gambo,
  • 1 mazzetto di melissa, possibilmente fresca,
  • 2 mele di qualunque tipo,
  • parmigiano quanto basta
  • Un litro e mezzo di brodo vegetale.

 

Preparazione del risotto

 

La prima operazione da compiere è tagliare le cipolle a rondelle e farle imbiondire nell’olio in una pentola a fiamma bassa, per poi aggiungervi le mele tagliate a tocchetti (per far si che non anneriscano, si consiglia di innaffiarle con del succo di limone prima di cuocerle).

 

Passati 3 minuti circa, si potrà aggiungere il riso, facendolo tostare per qualche minuto. A questo punto, il composto andrà innaffiato con parte del brodo caldo, aggiungendone poco a poco dell’altro fino ad ultimare la cottura del riso.

 

Per completare il piatto si dovrà aggiungere a questo punto il parmigiano e la melissa tritata finemente. Il piatto potrà essere infine guarnito con delle foglie di melissa intere e una spruzzata di pepe nero macinato fresco.

Comments

comments

Lascia un commento