Archivio mensile:novembre 2015

Itinerari gastronomici in Spagna

Un viaggio in terra iberica non può prescindere da una esplorazione della complessa e gustosa cultura culinaria, in fondo un’altra maniera per conoscere un paese e le sue tradizioni parte anche dal palato.   

Dove quindi, andare per praticare del buon turismo gastronomico in Spagna? In una terra ricca di irti picchi che si alternano a profonde vallate su cui sono disseminati innumerevoli laghetti che faranno dimenticare velocemente le agognate spiagge dorate della costa meridionale spagnola.

Di quale regione si tratta? Dell’Extremadura! L’origine del nome è controverso, ma pare venga dalle caratteristiche tipiche di questa terra aspra e dura che ha dedicato la maggior parte dei propri pascoli all’allevamento del maiale iberico, prode e nobile animale dal folto pelo nero che contribuisce alla produzione del famosissimo Jamon Iberico. Una prelibatezza dal gusto deciso e dolce che non ha paragoni nel mondo.

Questa specialità deve proprio la sua qualità all’aria salubre dei boschi di querce da cui nascono le preziosissime ghiande di cui il maiale iberico si nutre pascolando liberamente nei prati. Da ricercare è, dunque, il Jamon Iberico de Bellota (ghianda in spagnolo). L’alimentazione dei maiali diventa, infatti, un punto di distinzione tra i diversi tipi di prosciutti reperibili, essendoci qualità comunque buone, ma di minor valore.

Al Jamon Iberico, si aggiungono altre specialità della gastronomia spagnola fortemente apprezzate.

Una di queste è la Torta del Casar tipica di Cáceres – il cui centro storico è stato definito dall’UNESCO Patrimonio Mondiale dell’Umanità –  e di La Serena (Badajoz). Si tratta di due dei formaggi spagnoli più insoliti, rari e ricercati. Sono lavorati a partire dal latte intero crudo di pecora merina coagulato con un caglio vegetale che origina dal cardo selvatico. Maturati per 60 giorni, questi formaggi hanno una consistenza cremosa, ed un piacevole sapore amarognolo che mitiga in modo ottimale la loro untuosità.

Dall’Extremadura, non si può partire senza aver acquistato il Pimentón de la Vera. Il peperoncino, in questa zona, viene essiccato al chiuso dato che il clima molto piovoso non consente l’asciugatura al sole tipica di altri territori. Vengono dunque creati dei fuochi di rovere o quercia, al fumo dei quali, viene esposto il peperoncino per circa 15 giorni. Questo dona alla paprika che ne deriva un sapore marcato e affumicato ed un brillante colore rosso! Tutto da scoprire.

I benefici del caffè moderno sulla salute

Ogni persona al mondo la mattina beve una tazza di buon caffè per entrare nel mondo dei viventi e per caricarsi di energia. Ma lo sapete che il caffè fa anche bene? Il caffè è molto sano, al contrario di quanto si sente dire alcune volte: è molto ricco di antiossidanti e sostanze nutrienti benefiche che possono migliorare la vostra salute.

Gli studi dimostrano che i bevitori di caffè hanno un rischio molto più basso di incorrere in molte malattie gravi, come l’Alzheimer o il diabete. Innanzitutto, il caffè può aiutare le persone a sentirsi meno stanche e ad aumentare i livelli di energia. Questo accade perché contiene una sostanza stimolante chiamata caffeina, che è in realtà la sostanza psicoattiva più comunemente consumata nel mondo. Dopo aver bevuto il caffè, la caffeina viene assorbita nel flusso sanguigno e, da lì, viaggia nel cervello.

Nel cervello, la caffeina blocca un neurotrasmettitore inibitorio chiamato adenosina. Quando ciò accade, la quantità di altri neurotrasmettitori, come la noradrenalina e la dopamina aumenta, portando a una maggiore esplosione di neuroni. Molti studi clinici testati sull’uomo dimostrano che il caffè migliora vari aspetti della funzione cerebrale. Questi comprendono la memoria, l’umore, la vigilanza, i livelli di energia, i tempi di reazione e la funzione cognitiva generale.

 

Moka o capsule da caffè?

Gli italiani, ma anche gli stranieri, amano bere un buon caffè la mattina: diventa quasi un rito per iniziare la giornata. Se prima l’unico modo per farsi un caffè era usare la Moka, impiegando diverso tempo nel mettere il caffè e l’acqua, nel lasciarlo scaldare, ecc., al giorno d’oggi esistono le capsule da caffè e le cialde da caffè.

I fan del caffè potrebbero dire che usare le cialde e le capsule posa produrre un caffè meno buono rispetto a quello della Moka, ma la qualità è ottima. In più, sono veloci e facili da usare ed eliminano ogni rischio di sporcare la cucina. Basta infatti una distrazione quando si fa il caffè con la Moka e si può versare tutta la polvere per terra o sul piano della cucina. Con le macchinette di oggi, basta premere un bottone per ottenere il caffè dei nostri sogni. Inoltre, cosa non di poco conto, le cialde e le capsule sono molto più economiche rispetto al caffè macinato.

 

Cosa sono le cialde da caffè?

Le cialde da caffè sono piccole bustine monouso in cellulosa di fondi di caffè; invece, le capsule da caffè sono piccoli contenitori cilindrici in plastica.  Esse hanno il vantaggio di essere utilizzabili sia nei negozi, nei locali e negli uffici pubblici e privati che a casa vostra. In questo modo, viene offerta un’alternativa veloce per l’acquisto di fondi di caffè all’ingrosso. Imparare ad utilizzare le cialde da caffè è sempre utile, sia per un’attività che per casa nostra. Infatti, per gustare un buon caffè, non importa andare necessariamente al bar, adesso è possibile averlo direttamente a casa nostra con le cialde e le capsule.

http://checialda.com/