Archivio della categoria: Cioccolato

Salon du Chocolat, a febbraio 2016 arriva a Milano!

Un fine strato di cioccolato al 70%, una crema à l’ancienne e, per terminare, una ganache al frutto della passione e caramello. Eleganza della forma e perfezione del gusto hanno dato vita ad un gioiello.
E’ vero, il 19 maggio era una bella giornata a Milano e il panorama dalla terrazza della Triennale, dove è stata organizzata la presentazione del salone dedicato al cioccolato, dispone al bello.
Ma credetemi, l’ho assaggiata e vi garantisco che la pralina creata con i raffinati ingredienti descritti sopra da Davide Comaschi, campione del mondo di pasticceria e cioccolateria premiato alla scorsa edizione del Salon du Chocolat a Parigi, è un’esperienza che fa perdere la testa e, al tempo stesso, regala la pace dei sensi.

Due bocconi di joie de vivre che potrete regalarvi anche in Italia perché il prossimo anno, dal 13 al 15 febbraio, il Salon du Chocolat sbarcherà anche a Milano. Il sito internet dedicato all’evento è già online.


The Mall, il nuovo centro polifunzionale in Porta Nuova, ospiterà questa golosa fiera. 5000 mq di eventi pensati per stupirci: da Chocoland, area che vedrà i bambini pasticciare con il cibo degli dei, ai momenti di show cooking dove sarà possibile imparare trucchi e divertirsi, conferenze che avranno per tema il benessere e la sostenibilità ed, infine, ecco che la moda si combina con l’alta pasticceria vestendo modelle che sfileranno in occasione del Chocolate Fashion Show.
Come diceva un vecchio maestro: Art should be edible. E così sia.
Digital Events (Event International), l’agenzia che sostiene ed organizza questo bellissimo evento, prevede 18.000 visitatori. La fiera si aprirà il venerdì con la serata inaugurale, continuerà sabato e domenica per foodies, semplici lovers e famiglie e lunedì per i professionisti del settore.
Alla presentazione del Salon du Chocolat sono intervenuti anche Sylvie Douce e François Jeantet ideatori di questa fiera, iniziata a Parigi nel 1994. 21 anni di Salon in 30 città, 4 continenti, 9000 espositori e più di 6 milioni di visitatori.
Senza dubbio il cioccolato trova parecchi sostenitori, rivelandosi, tra l’altro, ecologicamente sostenibile in quanto, se ancora non lo sapete, l’albero del cacao non sopporta la luce diretta e, quindi, cresce all’ombra dei grandi alberi, quali palme e banani. E’ necessario fermare il disboscamento delle foreste equatoriali pena la perdita di questo prezioso alimento, un ingrediente imperdibile per celebrare degnamente San Valentino che cadrà proprio, e non a caso, durante il Salon du Chocolat.


Cibo degli dei, cibo dell’amore, i Maya la sapevano davvero lunga se, già 1000 anni prima di Cristo decisero di coltivare gli alberi del cacao, i cui semi servivano loro come moneta di scambio e per preparare una bevanda dai preziosi effetti stimolanti. Non a caso, la parola cacao deriva dalla lingua maya, dove “cac” significa rosso e “cau” parla di forza e fuoco.
Scomparsa al civiltà Maya, intorno al 1000 d.C., la ricchezza offerta dagli alberi di cacao venne raccolta dagli Aztechi dalla cui lingua viene la parola cioccolata: xocolatl.
Sarà Cortéz a importare i semi in Spagna, ma bisognerà attendere gli inizi del 1800 per vedere il primo cioccolatino, inventato a Torino da Doret.
Quanta strada è stata fatta, lo potremo scoprire al Salon du Chocolat, 13-15 febbraio 2016 a The Mall, Milano.

Laura Zanetti

 

 

Dieta al cioccolato: scopri come dimagrire con gusto!

Una delle caratteristiche più importanti di una dieta è il rispetto delle preferenze individuali in materia di gusto e appetibilità degli alimenti. Molto spesso però, quando si decide di intraprendere una cura dimagrante, si rinuncia al cioccolato; è possibile in realtà consumare tranquillamente questo alimento, conciliandolo con gli altri cibi previsti dal piano dietetico settimanale, e approfittare di questo regime alimentare per godersi senza troppi sensi di colpa gli eventi da celebrare: feste di 18 anni, matrimoni, lauree e via dicendo. La dieta al cioccolato è l’ideale per chi desidera ottenere di nuovo il proprio peso ideale senza troppi sacrifici.

Caratteristiche della dieta cioccolato

L’effetto psicoattivo, proprio di qualsiasi tipo di cioccolato, è invece legato alla presenza di piccole tracce di alcaloidi (caffeina, teobromina, feniletilammina) e serotonina (importante neurotrasmettitore cerebrale). Ovviamente tutti coloro che iniziano la dieta, per essere costanti, devono non veder venire meno i propri gusti ed esigenze, devono inoltre vivere la dieta senza troppe restrizioni.

Il cioccolato ha inoltre un discreto contenuto in fibre, vitamine (tocoferoli e vit. PP) e minerali (magnesio).

Esempio menù dietetico

Di seguito è illustrato un esempio di menù dieta cioccolato settimanale che apporta circa 1500 calorie al giorno e che vi permetterà di dimagrire con gusto.

Colazione: una cioccolata calda con 6 mandorle macinate e due cucchiaini di zucchero + 3 biscotti (40 g)
Spuntino: yogurt naturale p. scremato
Pranzo: pasta 80 grammi + legumi (150 g) + 1 cucchiaio di olio di oliva
Spuntino: barretta proteica gusto cioccolato 50 g
Cena: 1 cucchiaio di olio di oliva + verdure a piacere + 150 g di petto di pollo

Colazione: latte p. scremato (400ml), cereali integrali ricchi in fibra gusto cacao (50g)
Spuntino: un kiwi + 3 noci
Pranzo: pasta 80 grammi + passata di pomodori
Cena: 1 cucchiaio di olio di oliva + verdure a piacere + 2 uova

Colazione: 2 yogurt vaniglia e stracciatella (tot. 250g) con 6 mandorlemacinate
Spuntino: una mela grande
Pranzo: riso 80 grammi, con verdure alla griglia, 150 grammi di petto di pollo e un filo d’olio
Spuntino: un caffè e due cioccolatini alle nocciole
Cena: pesce spada alla griglia (250 grammi) + verdure a piacere + 1 cucchiaio di olio di oliva

Colazione: 4 fette biscottate con cioccolato da spalmare ed un bicchiere di latte (250 ml)
Spuntino: una mela grande
Pranzo: bruschettone (80-100g) con pomodoro a piacere, un filo d’olio e tonno (una scatoletta grande 112 grammi)
Spuntino: barretta proteica gusto cioccolato 50 g
Cena: 1 cucchiaio di olio di oliva + verdure a piacere + arista di maiale (150 g)

Colazione: mandorle (6), nocciole (8), fichi secchi (3) un cucchiaio di uva passa
Spuntino: yogurt naturale p. scremato
Pranzo: macedonia di frutta, bistecca di vitello (150g) pane (50 g)
Spuntino: tavoletta da 50 grammi di cacao extrafondente
Cena: patate lessate (250 grammi) un filo d’olio, un hambrugher di manzo magro (100 grammi)

Il boss del cioccolato è italiano?

 

Parliamo questa sera del cioccolato, una delle prelibatezze per le quali siamo conosciuti nel mondo, ricordiamo a tutti che il cioccolato ha numerose proprietà curative, tra queste anche quella legata all’umore, molto spesso si dice che il cioccolato ha delle proprietà curative e antidepressive.
Da sempre alimento per eccellenza per la preparazione di dolci deliziosi, la domanda vera è se esiste nella produzione del cioccolato un picco massimo e se questa si esprime nei dolci che vengono creati, le torte a base di cioccolato sono tante, resta però il fatto che nel mondo non sono solo gli italiani a produrre dolci al cioccolato di qualità.
Esiste una manifestazione che cerca di celebrare nel mondo l’eccellenza del cioccolato, un modo per capire quali sono le nazioni e i pasticceri nel mondo che rendono questo prodotto di qualità elevata, Firenze la culla della civiltà e della cultura italiana, ospita per il quarto anno di fila un’importante manifestazione.
Nella città di Firenze dal 19 al 23 febbraio si riuniranno 6 Grand Jury Member e oltre 100 guidici, una manifestazione che copre tutto il bacino mediterraneo. Un importante manifestazione che consacra anche il successo mondiale del International Chocolate Awards.
Il concorso si svolge ogni anno con due fasi ben precise e distinte, la semifinale italiana si svolge quest’anno a Firenze, un primo step che decreterà senza ombra di dubbio quali sono i dolci migliori e i pasticceri che in questo senso sanno esprimere al meglio l’arte del dolce.
Una prima fase che è anche una sorta di scrematura per accedere alla finale, questa si terrà nel periodo autunnale nella città di Londra, durante la manifestazione vengono dati tre riconoscimenti precisi, oro, argento e bronzo.
La semifinale italiana si terrà a Firenze nel periodo compreso tra il 19 e 23 febbraio, nella nuova sede della prestigiosa scuola di Arte Culinaria e di Cordon Bleu di Firenze, parteciperanno esperti del settore, Sommelier, Chef, giornalisti, Blogger.

Pasqua 2015: le novità sulle Uova di Cioccolato

Pasqua si sta avvicinando a grandi passi, ormai mancano meno di due mesi al 5 Aprile 2015 ed è quasi il momento di iniziare a pensare a quale uovo regalare ai bambini e, perchè no, anche agli adulti.

 

Tra le uova di Pasqua 2015 per i più piccoli, spicca una novità: Geronimo Stilton, il topo più amato dai bambini, sarà il protagonista di una serie di uova di Pasqua in uscita nei prossimi giorni, grazie ad un accordo stretto dalla casa editrice con la Sorini, nota casa dolciaria. Saranno disponibili sia tradizionali uova che confezioni di mini ovetti ed in entrambi i casi ad aspettare i più piccoli ci sarà una sorpresa targata Geronimo Stilton.

 

Per restare in tema bambini, la Kinder propone, anche per le uova di Pasqua 2015, i suoi classici formati in grado di accontentare tutti i gusti, ma con una novità: in tutta la gamma si potrà scegliere tra sorprese destinate ai bambini e soprese più adatte alle bambine. Il formato più piccolo,da 150 grammi, prevede gli intramontabili Tom e Jerry e, rispettivamente per lei e per lui, sorprese firmate Hello Kitty e macchinine Hot Wheels. Il formato Maxi, da 220 grammi, contiene per le bambine tanti gadget del tenero canarino Tweety, mentre i bambini potranno giocare con i simpatici Looney Tunes. L’uovo gigante infine, da 320 grammi, offre alle più piccole le casette delle fatine Pop Pixie ed ai maschietti soprese Hot Wheels davvero divertenti.

 

Le uova di Pasqua 2015 per gli adulti hanno proposte molto ricche: su tutte segnaliamo lo speciale uovo messo in vendita dalla Perugina, come quelle proposte in occasione del novantesimo anniversario dei Baci. Realizzato con puro cioccolato fondente con nocciole, l’uovo contiene gli usuali 4 bacetti e preziose soprese firmate da mastri orafi artigiani veneti. All’acquisto di questo speciale uovo in edizione limitata è legato un concorso che mette in palio dei buoni da spendere per una vacanza presso un villaggio Alpitur.

 

Anche Bauli, con le sue Grandi Firme, non può mancare all’appello dei produttori di uova di Pasqua 2015: nelle versioni Young per i ragazzi più giovani e Lei e Lui per gli adulti, da 365 o 500 grammi, propone agli acquirenti soprese realizzate da grandi nomi del design intaliano ed internazionale ed un concorso a premi che consente di vincere una TV al Led nelle uova per gli adulti ed un Galaxy Tab nelle uova Young.

 

Infine, per unire il piacere di regalare qualcosa ad una persona cara con quello derivante da un gesto di solidarietà, potrete acquistare le uova di Pasqua 2015 realizzate dall’AIL, Associazione Italiana contro le Leucemie, che saranno in vendita nelle principali piazze italiane il 23, 24 e 25 Marzo.

Via: alcioccolato.com