Archivio mensile:dicembre 2013

Tempo di feste tempo di ricette dolci

I dolci sono il modo più goloso per iniziare la giornata o per concludere un buon pasto e spesso sono alla base degli spunti di metà mattina. Le ricette dolci sono caratterizzate da dosi precise indispensabili per la riuscita di tutti i dessert.
L’arte pasticcera dà il meglio di sé durante i periodi festivi, quando vengono preparati prodotti speciali; è questo il caso del Natale ma anche della Pasqua e di altre ricorrenze, come per esempio Santa Lucia. In questi momenti dell’anno le vetrine si riempiono di dolci particolari, preparati soltanto in queste occasioni. Per Natale compare il panpepato, gli struffoli e il pandoro mentre per Santa Lucia non possono mancare i taralli dolci.
I dolci quindi scandiscono lo scorrere del tempo, segnalando i giorni di festa durante i quali si imbandiscono le tavole e i pasti diventano più ricchi.
Le altre occasioni nelle quali non possono mancano sono le festicciole dei bambini, in particolare quelle organizzate per i compleanni; per un giorno così speciale, non si può certamente rinunciare ad una grande torta con le candeline accompagnata da altri dolcetti, come biscotti e frittelle.
Le ricette dolci tradizionali italiane sono molto numerose e sono espressione del territorio di appartenenza. In Sardegna, predominano gli ingredienti semplici e tipici di questa terra come per esempio, il miele ed i latticini mentre in Piemonte, la parte del leone spetta alle nocciole e al cioccolato.
I dolci sono anche espressione della fantasia di chi li mette a punto. La diffusione di internet ha permesso la condivisone a livello globale preparazioni culinarie spesso frutto di idee personali. Internet è una vera miniera di ricette dolci e salate, fotografie e spiegazioni su come poter realizzare bellissimi dessert; un settore in forte crescita è quello della pasticceria dedicata a chi soffre di intolleranze o segue diete particolari. Inoltre, sempre più spesso i giornali e la televisione propongono ricette per chi è a dieta e ha bisogno di tenere sotto controllo il numero di calorie ingerite.
Questo crescente interesse verso la pasticceria e l’arte della lavorazione del cioccolato ha determinato anche un incremento di corsi e di scuole di cucina adatte a tutti; in alcune città ve ne sono pensate ad hoc per i nostri bambini.

Le ricette di stagione? Una ricchezza

Ogni stagione dell’anno è caratterizzata dalla presenza di particolari alimenti. Durante l’estate trionfano peperoni, zucchine, melanzane e pomodori mentre la stagione fredda porta con sé crucifere, zucche, finocchi e carciofi. L’alternanza dei prodotti è valida anche per la frutta e, se viene rispettata, permette di fare la spendendo meno ma mangiando meglio.
Fra le frutta estiva rientrano le ciliegie, le angurie e le pesche mentre tra quella invernali vi sono gli agrumi, le melagrane e i cachi; col freddo arrivano anche le nutrienti castagne che sono ingredienti indispensabili per piatti dolci e salati.
Infatti, i prodotti di stagione sono più ricchi di sapore ma possiedono anche una quantità maggiore di sostanze benefiche per la nostra salute. Le ricette di stagione quindi, sono caratterizzate dall’impiego di prodotti freschi tipici del periodo. Mangiare secondo l’alternanza delle stagioni significa alimentarsi in modo sano perché si garantisce al corpo il corretto apporto di nutrienti, variando i cibi. Uno dei maggiori problemi alimentari dei nostri tempi riguarda la monotonia della dieta quotidiana. Non solo i bambini ma anche gli adulti si riducono a mangiare tre o quattro alimenti a settimana, dimenticando che introdurre alimenti diversi permette di fare la scorta di preziosi nutrienti. La dieta mediterranea prevede che oltre al consumo giornaliero di frutta e verdura, si introduca il pesce almeno due volte a settimana da alternare con le carni. Da non dimenticare i latticini, le uova e i cereali .
Oggi, l’antica consuetudine di rispettare il ciclo delle stagione è caduta in disuso infatti, la grande distribuzione permette di trovare, durante tutto l’anno, ogni tipo di alimento. Nei supermercati anche d’inverno si possono acquistare pomodori freschi, zucchine e altre verdure che vengono coltivate in serra oppure provengono dall’estero. Questi prodotti hanno, in genere, un costo elevato e non hanno lo stesso inconfondibile gusto che avrebbero se fossero di stagione.
La tradizione gastronomica ha elaborato, per i diversi periodi dell’anno, tante ricette di stagione in grado di soddisfare tutti i palati. Durante la stagione fredda, partendo da ingredienti come i topinambur, i finocchi o le crucifere si possono elaborare pietanze ricche, ideali anche per i menù di festa. Un ingrediente che non deve mai mancare è la fantasia e l’inventiva grazie alle quali è possibile creare piatti nuovi e golosi.